Corso preparto: è utile a noi anta?

Per le gravidanze così dette spontanee (come nel nostro caso) è un diritto ,ma non un dovere, poterlo frequentare in ospedale gratuitamente.

Non è necessario frequentarlo nell'ospedale dove si vorrà partorire, anche perchè alla fine, a meno che non facciate un cesareo programmato, non potrete sapere dove partorirete con estrema certezza...

Io (Lucia) ho chiesto di frequentare il corso nell'ospedale più vicino a casa mia, puramente per questioni logistiche. Col pancione di 8 mesi non è consigliabile guidare e quindi ci andavo in tram o addirittura a piedi.

Devo dire che la mia esperienza è estremamente positiva! Innanzitutto ho scoperto che le mie compagne di corso erano per metà, over 40 ! Ed inoltre io che ero certa di essere la più vecchia,ho trovato 2 mie coetanee,ed una donna addirittura più grande di me, anch'essa alla sua prima gravidanza!

Questa situazione devo dire mi ha dato ancora più forza e mi ha ancora più confermato che i tempi sono davvero cambiati ....(per fortuna).

Nel corso ci hanno dato suggerimenti pratici, esperienze concrete e soprattutto condivisione. Che in quei momenti è una cosa a parer mio fondamentale .Personale preparatissimo e molto umano!

Negli ultimi incontri volendo si ha la possibilità di vedere la sala parto e le stanze dell'ospedale. Io non ho partecipato perchè nella mia mente avevo già deciso (incrociando le dita) di voler partorire in un'altro ospedale perchè lo ritenevo più "sicuro" (non menziono gli ospedali per le ovvie ragioni ma se vi servisse un suggerimento vi rispondo in pvt).

Ironia della sorte la mia amica Luana ha fatto il corso nell'ospedale dove io ho partorito, ed ha partorito dove io ho fatto il corso....:-))))

Anzi giusto per darvi un ulteriore suggerimento, dato che lei per motivi di ufficio non poteva essere presente agli incontri mattutini, si è accordata con un'ostetrica che le ha fatto un corso individuale. Molto positiva anche la sua esperienza!

In conclusione possiamo entrambe dire che il corso non è necessario ma molto utile anche per noi anta. Anzi forse in questo caso, soprattutto per noi anta.

Per chi trovasse, come me ,il corso pieno di future mamme occhio solo ai gruppi su whatsapp che inevitabilmente si formeranno. Passare dalle semplici chiacchiere di condivisione all'ansia e alla frenesia pre parto,è un passo che può diventare davvero breve,specialmente man mano che si avvicina la data presunta dell'arrivo del bebè.

Personalmente io a 15 giorni dal parto ho abbandonato il gruppo... ;-)

(Lucia)