Allattamento: al seno o no?

AllattamentoEd anche in questo caso , chi vi potrà dire fai questo,fai quello??Nessuno ! Ma sul serio! Dipende da mille fattori :fisici, mentali,lavorativi,familiari ed anche quel pizzico di fortuna che non guasta mai!

Allattare al seno è un toccasana per il bimbo ma comunque il mondo è pieno di donne che non allattano al seno per scelta o per impossibilità e i bimbi crescono belli ugualmente!

Io vorrei solo permettermi di parlare a quelle donne 'anta' che pensano che sia impossibile ma che lo vorrebbero fortemente. Ebbene,. Il mio suggerimento è sempre lo stesso , potrei dire quasi vedi folder1 :-) desiderare, visualizzare ,non mollare mai! I primi due mesi sarà dura, ma non per la nostra età sia chiaro! Perchè il bimbo non si sa ancora 'attaccare' al seno e vi farà onestamente un po'male.

Vi snerverà. Vi farà sentire nuovamente inadeguate e vi farà dubitare sulla riuscita. Le nottate passate ogni 4 ore a tentare e se non si riesce o non si raggiunge una grammatura di latte adeguata, il tiralatte diventerà un vostro fedele compagno...9 su 10 vi verranno anche le ragadi(che dolore!) La domanda sarà sempre la stessa: avrà mangiato abbastanza? E allora via alla 'doppia pesata' (pesare il bimbo prima e dopo la poppata) per essere certe che il vostro bimbo si stia nutrendo a dovere.

Insomma uno stress che fino a qualche anno fa nemmeno a pagamento avrei sopportato....E allora perchè sottoporsi a questa tortura? Chi me lo fa fare?? Diciamo che per il mondo esterno la risposta "accademica" è : perche con il latte della sua mamma, il cucciolo ha tutti gli anticorpi ed è protetto molto più fortemente da malattie e problematiche varie. Questa spiegazione è vera ma è anche "sanitary correct" :-) oltre a piacere a tutti e,ha un non so che di stoico per la mamma che si 'sacrifica' per continuare al meglio la specie .Ma la volete sapere un ulteriore verità?? E' che allattare ti da piacere immenso ed un senso quasi di onnipotenza. Ti fa sentire indispensabile per il tuo bimbo. E guardare i suoi occhietti mentre lo allatti è una delle cose più fantastiche ed inspiegabili del mondo. Un contatto atavico,unico e speciale con il tuo bambino che ti fa dimenticare ogni sacrificio. Anzi. il problema poi diventa il 'distacco' nel momento in cui dopo i 6 mesi circa il tuo latte di mamma non basta più ed il bimbo vuole altro. Quindi tu non sei più l'unica fonte di sopravvivenza per lui.

Concludendo Io sono felice di avere avuto le ragadi e il tiralatte lo tengo ora come cimelio :-)

Felice di aver condiviso questa ulteriore esperienza con la mia amica Luana che come me ha faticato ma alla fine ci siamo dovute consolare reciprocamente per questo famoso primo distacco.

Quindi, care future mamme' ante',anche in questo caso: SIIIIIIIIII PUO' FAAAAREEEE!!!

PS: visto l’enorme impegno energetico sia per allattare sia per star dietro a tutte le sue necessità, non dimenticate di mangiare e bere in modo sano e soprattutto di RIPOSARE! Almeno i primi 2/3 mesi cercate di dormire quasi ogni volta in cui lo farà vostro figlio. Negli altri momenti ci si dovrebbe dedicare alla cura personale (doccia, capelli, cibo). Sembra tutto banale e scontato ma non è sempre cosi!

(Lucia)